28 Ago '16

Imy

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

0 Shares

Bambola del sesso se soffri di solitudine

Solitudine June Korea Eva

Ho letto un articolo in cui un artista parlava del suo rapporto speciale con la sua compagna, una bambola del sesso che ha da ormai due anni. Non ho un boy-friend. E se prendessi un bambolo?

Ok. Non è uno scherzo. Un famoso artista coreano convive ormai da alcuni anni con una bambola che considera la sua ragazza. Strano? Nemmeno un po’ e non la pensano così in tanti visto il seguito che questo famoso artista ha.

Nel suo sito personale trovate foto artistiche di lui insieme alla sua dolce metà acquistata per aiutarlo a superare la solitudine. Era stanco di tornare a casa la sera e trovarla vuota.

Ora sembrerò anche antipatica, e posso capire che una persona possa anche aver avuto delusioni amorose, alzi la mano chi non ha mai sofferto per amore!, ma fidanzarsi con una bambola è un po’ kitsch. È anche vero che probabilmente un domani ci saranno bambole robot che emuleranno i sentimenti umani e forse, in un futuro non troppo lontano questi robot umanoidi proveranno veri sentimenti, adesso però mi sembra prematuro.

Sono single da .. Da un po’. Quindi cosa dovrei fare? Prendermi un bambolo? Sono certa che costino anche una piccola fortuna. Eva, la compagna dell’artista, è davvero molto bella, questo devo ammetterlo, e assomiglia tantissimo ad una ragazza vera.

Solitudine June Korea Eva

Un po’ come quei bambolotti che sembrano bambini veri. Sono così perfetti che da lontano non li riconosceresti mai. Sono proprio belli.

Da questo però ad avere con uno di loro un rapporto vero, come se fosse umano, ce ne passa.

Forse una persona che vive con un bambolotto, o una bambola ha una difficoltà, di sicuro di comunicazione. Relazionarsi con un essere umano è decisamente più complicato che con una bambola.

Una di queste non risponde alle domande, non crea difficoltà di sorta, non si ribella, non grida, non si risente, non fa storie. Con una bambola non ci discuti ed è sempre d’accordo con te.

Ecco, adesso che ci penso bene potrei davvero prendermi un bambolo anche io. Con la sfiga che ho addosso dalla nascita se aspetto il principe azzurro, o a questo punto anche solo un rospo, rischio di rimanere in attesa per anni, come quando chiami qualche compagnia e ti devi sorbire la musichetta per ore!

Decisamente deprimente.

Forse il bambolo è la mia unica soluzione…. Tu che ne dici? Aspetto ancora o mi rivolgo alla.. Plastica?

Segui Lesfigatine su Facebook, Google+, Twitter e Pinterest.

photo | junekorea.com

About Imy

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

Related Posts

Leave a Reply

*