Imy Sfitta, questa sono io

Imy Sfitta, questa sono io

Imy Sfitta

Imy Sfitta

Imy è il mio diminutivo. Già il mio cognome è tutto un programma, Sfitta!!!, con un nome come il mio dovevo per forza usare un diminutivo altrimenti Fantozzi al confronto non sarebbe stato nessuno!

Mia madre, buonanima, nel senso che è proprio una brava donna e ancora in vita, per darmi un nome particolare, che non avesse nessuna, decise di chiamarmi Imelda. Orribile, vero? Un paio di migliaia di volte ho pensato di andare all’anagrafe per cambiarlo, ma oramai sono marchiata a vita.

Non servirebbe.

La sfiga forse te la servono su un piatto d’argento al momento della nascita e, se non ne sei consapevole, e non rifiuti cortesemente la tua parte, te ne servono una porzione doppia per toglierla magari a qualche figlio di papà con una mamma più mentalmente a posto, che dà alla figlia un nome più umano!

Comunque! Imelda è il mio nome.

Il mio onomastico è il 12 di maggio, ma per favore non fatemi gli auguri, non li gradirei! Con un nome come il mio e un cognome simile sono portatrice insana di sfiga, così ho pensato di metterci una toppa, rattoppare un torto che mi han fatto all’origine, alla nascita e potete chiamarmi Imy, meglio non trovate?

Lo sapevate che i cognomi derivano da caratteristiche dei padri? Ad esempio Di Francesco ai tempi dei cavernicoli, in realtà forse un po’ dopo, voleva dire che eri figlio di Francesco, ma Sfitta?!?!!? Da dove arriva?

Uno psicologo che abita vicino a casa mia e che per fortuna non conosco personalmente. Di cognome fa sesso!!!! Il suo cognome che provenienza dovrebbe avere?

Non voglio sapere!!!

Tutte queste parole per che cosa?

Per presentarmi. Sono Imy, lasciamo perdere i cognomi, sono una ragazza (forse magari anche una donna), single per mia disgrazia (o forse fortuna, probabile che se trovassi un uomo sarebbe pure più sfigato di me, il che è tutto un dire!), con un lavoro part time nel posto più carino del circondario (strane, eh?), però le sfighe capitano comunque tutte a me!!

Certo è un lavoro onesto, ma sai che roba!!! Sono qui per sfogarmi, almeno potrò raccontare le mie assurde sfighe e sbollire rabbia, collera, sensazione di fallimento e tutto il resto con fiumi di inutili parole.

 

buona permanenza da queste parti… spero non siate sfigati!!!

Leave a Reply

*