16 Dic '16

Imy

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

2 Shares

La Posta di Imy: da un giovane affezionato lettore

La posta di Imy

Oggi pubblico una lettera, uno sfogo inviatomi da un ragazzo di quindici anni alle prese con problemi scolastici. Come dargli torto? Leggete anche voi e lasciate un commento consolatorio!!

“Ciao Imy con l’inizio delle scuole ormai inoltrato ho deciso di scriverti: un po’ per conforto, un po’ per far ridere qualcuno, spero ti faccia piacere.

Sono Carcarlo, uno studente veneto di 15 anni, e questa è la cronaca della mia monotona vita, resa così dalla sfiga, non per altro.

Iniziamo con le basi

Abito in un paesino di collina di sì e no 1000 abitanti. Non mi è mai interessata la dimensione del mio paese, bensì la copertura della linea internet, che per un adolescente è fondamentale. Ovviamente non arriva, ma non è che non arriva una compagnia… non ne arriva nessuna!

Per non parlare del lato scolastico. Sono sempre zeppo di compiti, tanto che sto sveglio fino alle 22:30 per finirli, fino alle 22:30! Io sono sempre andato a letto verso le nove, non per altro, ma non riesco mai ad andare a letto tardi!

In ogni caso la mattina per avere una spicciola occasione di prendere il pullman devo alzarmi alle cinque, una cosa terribile! Una volta preso dal sonno mi sono addormentato in bus e non sono riuscito a scendere alla fermata giusta!

Una volta sveglio mi sono accorto di essere quasi dall’altra parte del Veneto!

Pensa che da quella volta il conducente cerca di partire sempre prima che io arrivi alla fermata. Una volta mi ha chiuso pure le porte in faccia quello scorbutico! Solo perché non avevo il biglietto tra l’altro!

Ma la mia sfiga non si ferma qui, sarebbe troppo comodo, giusto? Quando né ha voglia mi colpisce facendomi fare una pessima figura davanti a tutti!

Come quella volta che a scuola, dopo aver preso una Coca alle macchinette e solo DOPO averla stappata, mi ha fatto inciampare versandola tutta addosso al preside! Sconsolato ed umiliato sono corso a nascondermi al bagno.

Dopo aver aspettato la fine della pausa sono andato al bar dove il vicepreside mi ha dato una nota per esserci andato durante le lezioni!

Questo è nulla comunque! Se ti va avermi sul tuo blog altre volte a me non farebbe dispiacere!”

L’idea di condividere le sfighe altrui mi piace. Chissà che distribuendone il peso su tutti non sembrino meno pesanti?

CarCarlo quando vuoi scrivimi, mi fa piacere e spero che con il tempo la sfiga si distragga da te e tu possa essere un pizzico più felice!!

un abbraccio, tua Imy

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con le amiche sfigatine e Segui Lesfigatine su Facebook, Google+, Twitter e Pinterest.

photo credits | clipart-library

 

About Imy

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

Related Posts

Leave a Reply

*