4 Set '16

Imy

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

0 Shares

Stacanovista, il sesso non gli riesce bene come del resto vivere

sesso stavanovista

Una recente ricerca dell’Università di Bologna ha messo in relazione il sesso malfatto allo stacanovismo e alla cattiva salute. Ecco perchè lavorare fa male… Chi aveva detto che il lavoro nobilita?

Sull’argomento lavoro vengono fatte ricerche e studi in molte università e ambiti. Come scrive un’amica in Amore Separiamoci, lavorare troppo fa male al sesso. È qui aggiungiamo, anche alla salute.

Chi lavora troppo, secondo questi studi, danneggia la propria salute mentale, ma anche quella fisica e con la testa sempre “nel lavoro” vivere e fare sesso non vengono bene.

Almeno questo è quanto viene riportato e che deriva da studi approfonditi. Ma se lavoriamo sette decimi della vita, allora che fare? Lasciare il lavoro e darsi all’ippica come diceva mia nonna? Che sostanzialmente significa non lavorare e vivere di espedienti (come ad esempio il gioco dei cavalli).

Oppure fare le nostre belle otto ore e poi staccare la spina?

Chissà se chi lavora tanto e cerca di raggiungere una posizione per soddisfazione personale ha davvero problemi nel vivere e col sesso?

La moglie di Bill Gates potrebbe dircelo!, forse. Lui ha sempre sostenuto che se fai ciò che ti piace lavorare non è un peso. Personalmente se lavoro e la mia giornata è produttiva la sera sono felice. Sento meno la stanchezza. Assurdo? Forse no.

Andiamo oltre gli studi accademici e università e concentriamoci sulla vita, quella vera, non di laboratorio. Pensiamo al lavoro. Ovvio che chi fa un lavoro che non ama, che si sente obbligato a fare non possa essere soddisfatto e felice.

Invece chi fa un lavoro che ama, non so se ci avete mai fatto caso, non lo chiama nemmeno lavoro.

Forse la differenza sta proprio in questo, in quanto la persona riesca ancora a giocare, a vivere la vita con entusiasmo.

Voglio fare una considerazione personale… Forse va da sé che ho incontrato solo stacanovisti che con la vita è il sesso ci acchiappavano poco? Forse che amavano troppo la loro scrivania per poter amare altro essere umano? Ovvero la sottoscritta?

Ragazze! Non so dirvi. Certo è che per ogni cosa  e aspetto della vita ci fanno studi e ricerche. A volte pare che debbano impiegare il tempo e alcuni studi proprio mi lasciano perplessa e sconcertata.

E mi chiedo… Se la dipendenza da droga uccide la dipendenza da lavoro fa diventare asessuati? Oddio!!! Forse sto perdendo sia bussola che tramontana.

Il mio parere personale sullo stacanovismo

Magari chi lavora venti ore al giorno ama il proprio lavoro.

Magari se lavori venti ore al giorno hai dei problemi finanziari da risolvere.

Forse non hai di meglio da fare o forse la vita ti ha deluso. Forse sei semplicemente trascinato dagli eventi e non riesci a mettere un freno.

Forse hai un marito che non sopporti a casa o una moglie bisbetica per cui preferisci la relativa pace della tua scrivania e dell’ufficio alle continue discussioni.

Chissà!

Ad ogni modo non sono del tutto convinta che sia il lavoro l’unica causa di problemi di salute fisica e mentale. Voi che ne dite?

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo con le amiche sfigatelle e Segui Lesfigatine su Facebook, Google+, Twitter e Pinterest.

photo credits | finepint

About Imy

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

Related Posts

Leave a Reply

*