14 Set '14

Imy

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

0 Shares

La tua migliore amica, come sceglierla e cosa aspettarsi

migliore amica

migliore amica

Come scegliere la propria migliore amica? Beh, non voglio certo suggerirvi di trovarvi un’amica più sfigatina di voi così che vi sembri di essere fortunate!

E nemmeno di sceglierla basandosi sul parametro della sfortuna anche se una ragazza fortunata come migliore amica vi metterebbe in costante competizione e cattivo umore.

Vi chiedereste continuamente perchè voi siete sfigate e lei no, come se una mano invisibile vi abbia prescelto come catalizzatore di sfortuna e sareste alla fin fine il suo parafulmine.

Quando dico come scegliere la propria migliore amica intendo come dovrebbe essere caratterialmente parlando, non in quanto a fortuna/sfortuna.

Già, perchè una ragazza per diventare migliore amica dovrebbe avere delle qualità imprescindibili. Certo l’amicizia non si decide a tavolino, è bensì qualcosa che va “a pelle”, a Feeling, a sensazione. Però bisogna anche prestare attenzione a non allevarsi una serpe in seno.

Mi spiego. Scegliere come migliore amica una persona troppo diversa da noi, o che tiene più alle apparenze che ai veri sentimenti, che ci critica, di cui non ci si può fidare ciecamente è un po’ come rischiare un terno al lotto.

Una vera amica ci difende, prende le nostre parti, ma cerca anche di farci ragionare in alcuni momenti. Non fa dell’ironia gratuita, non ti prende malevolmente in giro e soprattutto NON TI RUBA il ragazzo, o l’uomo, che dir si voglia.

Onestamente questo è un problema che non mi ritroverò mai ad affrontare dato che sono e finirò per rimanere eternamente single (odio dire zitella!! sa di brutto e vecchio.

Single è un termine più moderno e signorile.

Ma torniamo alla migliore amica. 

Amicizia è lealtà, è affetto, è comprensione.

Una migliore amica ti presta la spalla su cui piangere, ti consola quando il ragazzo cui muori dietro si mette con un’altra (comunque non ti ha mai degnato di uno sguardo), ti sprona a superare quegli ostacoli che a te sembrano insormontabili, ti crea alibi perfetti con i genitori quando la domenica proprio non hai voglia di passare da loro.

Però non è solo questo.

È quella persona con cui puoi parlare liberamente perchè sai, non solo che non ti giudicherà, ma che non andrà a raccontare i fatti tuoi ai quattro venti per farli conoscere alla totalità della popolazione del globo terrestre.

Ecco.

In parte una migliore amica è questo.

E poi è onesta, leale, non ti mente, ti sostiene, ti aiuta.

C’è nel momento del bisogno.

Ovviamente tutto questo deve essere a “doppio senso di circolazione“. Significa che se tutto questo è ciò che ti aspetti da lei devi essere disposta a dare altrettanto.

Amiche sfigatine quindi?

 

photo credits | hubspot

About Imy

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

Related Posts

Leave a Reply

*